BETA, la rivista ipertestuale tecnica
BETA, la rivista ipertestuale tecnicaBarra BETA
Sommario Registrazioni a BETA Redazione Liste/Forum Informazioni Indici BETA La rivista ipertestuale tecnica Collegamento al sito Web
BETA

BETA 2499.7 - Sistemi Operativi - Solaris 8: l'ultimo (clamoroso) ingresso nel mondo del freeware e opensource - Parte I | Parte II

Solaris 8: l'ultimo (clamoroso) ingresso nel mondo del freeware e opensource

    Dopo l'annuncio, fatto a gennaio, Sun Microsystem, una delle più blasonate case di produzione di Sistemi Unix professionali, fornisce l'ultima versione del suo sistema operativo, Solaris 8, a titolo gratuito. La stessa offerta è valida per Java 2 SDK e per Staroffice. , tuttavia, a differenza di quanto avviene per questi, non è possibile fare il download direttamente dal sito di Sun, cosa comprensibile, essendo Solaris costituito da circa 2Gbytes di software. Per ottenere il sistema è necessario compilare una form e richiedere la spedizione del media kit, il tutto al prezzo di 75$ più le spese di spedizione e la dogana (circa duecentocinquantamila lire).

Parte II

Valentino Orsolini Cencelli
Articolista, BETA

La prima operazione effettuata dopo il nuovo boot è quella di selezionare il dispositivo di gestione della grafica, con uno schermata molto simie alle prime viene selezionata la scheda grafica fra circa un centinaio disponibili. Per avere indicazione sui dispositivi, non solo schede grafiche, che Solaris riconosce è disponibile una lista sul sito della SUN. Dopo la selezione della scheda grafica, della risoluzione e della dimensione in pollici del monitor, viene presentato uno schermo di prova per verificare che non ci siano problemi e che l'interfaccia grafica ed il mouse funzionino nella maniera corretta.

Una volta definita l'interfaccia grafica si ha la partenza vera e propria di Solaris che richiede, uno dopo l'altro, tutti i dischi di installazione. A questo punto è possibile inziare ad utilizzare il sistema creando gli utenti e configurando, nel caso di una installazione home, il modem per l'accesso ad internet e la stampante. La installazione completa occupa quasi 2Gbytes di spazio su disco.

Pregi e Difetti

I pregi e difetti di Solaris sono in larga parte difetti ed i pregi del suo implicito concorrente: Linux. Di cui prealtro esiste un emulatore che rimappa 'on the fly' le chiamate al kernel di Linux sul kernel di Solaris.
Il principale punto di forza di Solaris è, senza dubbio, il punto di debolezza di Linux, ovvero il Network Filing System, che è molto collaudato e concepito con in mente non la singola macchina ma un intero cluster di macchine: si ricordi che lo slogan di Sun è 'the network is the system'.
Su Linux il NFS è piuttosto rudimentale, insicuro ed ancora, pesantemente in fase di sviluppo, si vedano ad esempio i problemi di locking dei files, e la instabilità dei kernel space daemons, inoltre è poco documentato sia in rete che sul sistema.

Oltre a questa, che mi sembra la principale ragione di natura tecnica, Solaris è molto ben documentato: viene fornito con 2 CD di documentazione, poi installati stabilmente sul sistema, accessibili tramite netscape con un ottimo motore di ricerca integrato che consentono di risolvere, all'amministratore di sistema, la quasi totatlità dei problemi senza consultare altre fonti. Un'altro punto di forza è di natura estetica, il CDE, Common Desktop Enironment, è, a mio giudizio, molto più bello del KDE di Linux che soffre un poco della genesi free e non professionale di Linux. In sisntesi, Solaris è chiaramente un insieme organico e coordinato di elementi cosa che manca molto in Linux.

I difetti sono di natura inversa: Solaris convive difficilmente con altri sistemi operativi sulla stessa macchina, è difficile, io non ci sono riuscito, impostare un dual boot con linux o con Windows, la tabella delle partizioni ha uno standard diverso da Windows e Linux, il che crea qualche difficoltà, non essendo i dischi partizionati secondo questo standard, visti da Solaris. Inoltre la comunità informatica di internet non si occupa (per ora, credo) di Solaris e quindi c'è un minore grado di elasticità del sistema che rimane sviluppato per le sue finalità originali ed è poco aperto a variaizioni delle esigenze, ritengo, tuutavia, che la pubblicazione dei sorgenti sia finalizzata all'attrazione di questa attenzione . Un'altro difetto, questo di origine tutta Sun, è la 'reinvenzione dell'acqua calda': alcuni sottosistemi, primo fra tutti il sistema di stampa, funzionano nello stesso identico modo che sotto gli altri sistemi Unix, ma tutti i comandi sono diversi, poi, ad esempio /etc/fstab diventa /etc/vfstab, il comando per esportare dei filing system cambia... Insomma ci sono un certo numero di piccole differenze che rendono la migrazione da altri sistemi un poco ruvida.

Conclusioni

In conclusione è bene sottolineare alcuni punti: in primo luogo che, dopo la disponibilità di Linux, questa è un'altra pietra miliare del 'Unix Workstation on my desktop' ossia un'altro importante passo verso la disponibilità di sistemi operativi professionali, multiutente e stabili su macchine di ridottissimo costo, e di rispettabile potenza di calcolo, come i PC. Inoltre che Solaris è nato come un prodotto commerciale, ha una lunga storia, e quindi sviluppato con il cliente come obiettivo; non ha la caratteristica di di essere progettato con la limitazione di responsabilità che caratterizza tutti gli altri sistemi freeware: 'questo software viene fornito quale è, con la speranza che sia utile...' è quindi un valido supporto per tutti coloro che intendano fornire in ambito professionale una valida alternativa ai prodotti di altri fornitori.


Parte I | Parte II
Precedente: Parte I


Articoli correlati

Altri Articoli della stessa Rubrica...

Siti Web

Elenco di siti consigliati da BETA... (est.)


Valentino Orsolini Cencelli è Articolista / Collaboratore di BETA dal 1997; è raggiungibile su Internet tramite la redazione oppure all'indirizzo valentino.cencelli@roma3.infn.it.

Ultima revisione:
URL: http://www.beta.it/beta/bs029801/2499.7/b2499vc1.htm

Copyright © 1995-2000 BETA, tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione senza autorizzazione dell'editore o dell'autore dentro i termini e le condizioni della Licenza Pubblica BETA (LPB)

BETA La rivista ipertestuale tecnica (http://www.beta.it/beta)email info@beta.it
BETA: Frontespizio | Registrazioni | Redazione | Liste/Forum | Indici | Guida | Copyright