BETA, la rivista ipertestuale tecnica
BETA La rivista ipertestuale tecnicaBarra BETA
Sommario Abbonamenti a BETA Redazione Liste/Forum Informazioni Indici BETA La rivista ipertestuale tecnica Collegamento al sito Web
BETA - Hardware

BETA 2399.6 - Hardware - Dentro il Palm Parte 1 | Parte 2 | Parte 3 | Parte 4 | Parte 5 | Parte 6

Dentro il Palm

Parte IV

Fernando Carello
Articolista senior, BETA

Dopo averne delineato le caratteristiche generali, esaminiamo più da vicino l'hardware che caratterizza la piattaforma; anzitutto, quindi, una rapida rassegna dei processori Motorola DragonBall, con relative specifiche di interesse; premettiamo che la tecnologia costruttiva usata prevede un processo HCMOS da 0.65 micron, con un'architettura completamente statica (in grado quindi di funzionare a qualsiasi clock da 0 alla velocità nominale, molto importante per le funzioni di Power Management):

La famiglia di processori Motorola DragonBall MC68328xx
Nome Clock (MHz) MIPS Bus dati Bus indirizzi Tipo RAM Controller LCD Alimentazione Consumo tipico
DragonBall 16.6 2.7 16 bit 32 bit SRAM 1024x512, 4 livelli di grigio 3.0 V - 3.6 V (**) 16 mA a 3.3 V
DragonBall EZ 16.6 - 20 2.7 - 3.4 16 bit (*) 24 bit DRAM, EDO DRAM 640x512 B/W, 320x240 16 livelli di grigio 2.7 V - 3.3 V (**) 16 mA a 3.3 V
DragonBall VZ 33 5.4 16 bit (*) 24 bit DRAM, EDO DRAM, SDRAM 640x480, 16 livelli di grigio o 256 colori 2.7 V - 3.3 V (**)
(*) Il canale è configurabile (via software) anche come 8 bit, per interfacciare periferiche ad 8 bit
(**) Valori tipici; è tuttavia supportata un'ampia gamma di tensioni

Palm Benchmark

Come si può notare, le caratteristiche hardware principali sono cambiate di poco nei 3 anni di vita della piattaforma (a quando un sacrosanto DragonBall con tecnologia a 0.18 micron e alimentazione a 1.5 V ?); tuttavia c'è stato un continuo affinamento che ha portato miglioramenti prestazionali misurabili, se pur non eclatanti.
Per quantificare queste differenze, ho sviluppato un benchmark per la piattaforma Palm; denominato PocketMark, è reperibile come freeware all'indirizzo http://www.beta.it/group/fcarello/pocketmark01.zip; chi fosse interessato a provarlo tenga presente che è ancora in uno stadio iniziale di sviluppo, per cui potrebbe portare a blocchi del sistema!
Il PocketMark misura tre indici che rappresentano rispettivamente la potenza della CPU sui calcoli tradizionali (aritmetica intera), l'efficienza dell'interfaccia con la RAM e la velocità nell'eseguire calcoli in virgola mobile (funzione che sui Palm è svolta dal sistema operativo, non essendoci una FPU; per questo è necessaria la libreria freeware MathLib, reperibile alla URL http://www.probe.net/~rhuebner/mathlib.html).
Ecco un confronto tra gli indici del Palm Pilot Professional e quelli del Palm IIIx; abbiamo aggiunto a titolo di curiosità gli stessi indici calcolati su un Pentium III a 500 MHz (il loro valore è, in realtà, assai poco indicativo: su test così semplici contano moltissimo le "scelte" del compilatore e della logica di ottimizzazione incorporata nella CPU):

Indici PocketMark Palm Pilot Pro Palm III Palm IIIx Pentium-III 500 MHz
IntMarks 88 88 100 9549
MemMarks 70 70 100 14650
FloatMarks 86 86 100 75982
PalmMarks: 85 85 100 20279

Un incremento prestazionale del 15-20% in due anni può sembrare poco, abituati come siamo alla Legge di Moore che impera nel mondo PC; ma dobbiamo ricordare che per i PDA sono altri i fattori importanti.


Collegamento d'articolo

Parte 1 | Parte 2 | Parte 3 | Parte 4 | Parte 5 | Parte 6

Parte 5


Articoli correlati

Altri Articoli della stessa Rubrica...

Siti Web

http://www.palm.com


Fernando Carello è raggiungibile su Internet tramite la redazione oppure all'indirizzo fcarello@srd.it o fcarello@beta.it.

BETA La rivista ipertestuale tecnica (http://www.beta.it/beta)email info@beta.it
BETA: Frontespizio | Abbonamenti | Redazione | Liste/Forum | Indici | Guida | Copyright