BETA, la rivista ipertestuale tecnica
BETA
BETA, la rivista ipertestuale tecnicaBarra BETA
Barra Sito Beta.it

BETA 2299.5 - Osservazioni: Il confronto  -  Indici | Guida

Clicca qui!

Il confronto

Prendiamo in considerazione la notizia, in Italia, che il processo Microsoft - DOJ (Dipartimento di Giustizia americano) ha terminato la fase delle testimonianze e il verdetto è stato stabilito per Settembre.

Luciano Giustini

La notizia viene vista da due diversi punti di vista da Punto Informatico, giovane e interessante agenzia di press-forwarding, traduzione e commento online curata dall'editore De Andreis e da JWeb, sito di notizie facente capo alle pubblicazioni tecniche e informatiche del gruppo Jackson (tra cui i noti PC Magazine e Network News). E' interessante notare la caratterizzazione, sottolineata anche dai titoli, delle due testate che rende la stessa notizia una cosa diversa agli occhi del lettore.

Nel primo caso, viene presentata la decisione temporale come 'negativa', ovvero come un ennesimo ritardo per un verdetto che avrebbe dovuto, auspicabilmente per il redattore, già chiarire da tempo le responsabilità e le colpe di Microsoft. In altre parole: "invece di colpire subito, aspettano ancora qualcosa", il cosa poi è chiarito nel corso del testo. Il punto di vista appare sbilanciato contro Microsoft, sebbene la vicenda si presti a diverse interpretazioni, ed alla luce degli ultimi avvenimenti, alcune conclusesi a sfavore della Casa di Redmond.

Nel secondo caso, viene presentata la decisione come 'positiva', ovvero una boccata d'ossigeno per l'azienda e per tutte le aziende colpite in qualche modo dalla complessa vicenda che ha immobilizzato Microsoft in molte attività. In altre parole: "finalmente pare finita, a Settembre si deciderà e chiarirà". In questo caso appare altrettanto chiaramente l'attenzione al mercato ed alle sue esigenze, e il punto di vista, sebbene più neutro di quello di PI, appare tendenzialmente pro Microsoft.


Il testo delle due pagine:

Gli osservatori americani sono unanimi. Prima di arrivare ad una definizione del procedimento contro Microsoft passerà molto, molto tempo

Processo: ci vorrano ancora mesi

Fonte: Punto Informatico - Reuters

29/6/1999 - Washington (USA) - Conclusa la lunghissima e travagliata era delle testimonianze il processo antitrust contro Microsoft è lontano dall'esser chiuso. O così ritengono gli osservatori americani secondo cui il ministero della giustizia, il principale accusatore di Microsoft, si appresta ad attendere dei mesi.

La realtà, dicono altri, è che il ministero spera in una mossa di Microsoft per trovare un accordo che possa porre fine alla questione. Mossa che secondo i più è però improbabile, viste anche le forti "frizioni" sviluppatasi in aula nel corso delle udienze.

A favore di questa tesi, però, sarebbe l'analisi di molti esperti secondo cui la sentenza del giudice Thomas Penfield Jackson sarà senz'altro sfavorevole a Microsoft, sebbene non possa certo dirsi in quali termini e limiti.

"Non ci sono dubbi - sostiene Thomas Morgan, docente di legge ad una università dello Utah che ha seguito il processo da vicino - sul fatto che il governo ha dimostrato ciò che voleva e sarei molto sorpreso se il giudice Jackson non tenesse conto di quanto emerso". Secondo un esperto dell'antitrust, Kevin Arquit, non ci si può ancora attendere un accordo: "al momento entrambe le parti sperano. Microsoft e il governo partono da punti di vista molto lontani".


Processo Microsoft: a settembre

martedì 29 giugno 1999

Sono terminate le sessioni in aula del processo anti-trust di Microsoft. Ora c'è solo da attendere il verdetto. Prima della conclusione pare che la società abbia provato a raggiungere un accordo con l'accusa, in un incontro tra l'avvocato William Neukom e il capo dell'anti-trust al Dipartimento di Giustizia americano, Joel Klein. Le parti hanno deciso di incontrarsi una seconda volta, segno che il primo incontro non è stato fruttuoso. Il prossimo tentativo non avrà comunque luogo prima del 21 settembre, quando il giudice Jackson emetterà il suo verdetto. Secondo molti analisti la situazione non è rosea per Microsoft, accusata di aver tenuto comportamenti monopolistici.


Articoli correlati
Altri Articoli del sommario...
Altri Articoli sullo stesso argomento...
Siti Web
Punto Informatico
PC Magazine


Luciano Giustini è Collaboratore di Civiltà Tecnologica dal 1998; è raggiungibile su Internet tramite la redazione

Copyright © 1999 Luciano Giustini, tutti i diritti sono riservati.

BETAe-mail info@beta.it
Barra Sito Beta.it
Frontespizio Abbonamenti a BETA Redazione Liste/Forum Informazioni Mirror ufficiali Beta Home Page Beta Home Page english Beta News BETA Rivista Articoli BETA Beta Edit, pubblicazioni Beta Logo, premi Beta Lpb, Licenza Pubblica e Articoli Lpb Beta Navigatore Beta Online Beta Library Beta Info Gruppo Beta BETA La rivista ipertestuale tecnica Collegamento al sito Web