BETA La rivista ipertestuale tecnica
BETA
BETA La rivista ipertestuale tecnicaBarra BETA
Barra Sito Beta.it

BETA 2299.5 - Approfondimenti: La protezione delle informazioni: La Crittografia  -  Indici | Guida

Clicca qui!

La protezione delle informazioni: La Crittografia

Parte 2

Massimo Auletta
Collaboratore, BETA

Algoritmi a chiave privata

Questo tipo di algoritmi sono tali da permettere l'uso di una stessa chiave per cifratura e decifratura, ed anche per questo motivo sono i più comunemente utilizzati.

Entrambi gli interlocutori conoscono la chiave usata per la cifratura, detta chiave privata, e di conseguenza sono gli unici a poter cifrare e decifrare il messaggio.

Nella figura seguente è illustrata una sessione di scambio tra due interlocutori.

Figura 1 - Algoritmi a chiave privata

La funzione che si utilizza per la cifratura permette di considerare diversi punti di vista strettamente inerenti alla complessità computazionale e definisce due tipi di cifratura; il tipo stream cipher (sequenziale) gestisce il messaggio come una sequenza di bit e viene cifrato un bit alla volta. Sono sicuramente i più veloci ma sono considerati poco sicuri sebbene la sicurezza dipenda dall'algoritmo utilizzato; il tipo block cipher (a blocchi) che considera il messaggio suddiviso in blocchi di lunghezza fissa è cifrato un blocco per volta. Quest'ultimo tipo è sicuramente più complesso computazionalmente perché ogni blocco è cifrato mescolandolo opportunamente al blocco precedente, ma d'altro canto è considerato più sicuro. Un algoritmo rappresentante il primo tipo di cifratura è RC4, sviluppato da RSA Data Security Inc. E' un algoritmo molto veloce che accetta chiavi a lunghezza variabile. La sua sicurezza non stata è ancora ben accertata ma, finora, ha resistito molto bene a diversi tipi di attacchi. Usa essenzialmente un generatore di numeri casuali, il numero generato è poi applicato mediante XOR alla sequenza di bit.

Un algoritmo rappresentante il secondo tipo è DES, sviluppato nel 1970, è divenuto poi lo standard per il governo americano. Adotta blocchi da 64 bit ed una chiave a 56 bit. Data la ridotta lunghezza della chiave risulta essere facilmente violabile dai computer moderni. Recentemente è stata sviluppata una variante detta Triple-DES o 3DES che cifra il messaggio tre volte con altrettante differenti chiavi.

Lo svantaggio degli algoritmi a chiave privata è di richiedere la distribuzione della chiave privata a tutti i destinatari e di necessitare quindi di un ulteriore canale sicuro attraverso cui distribuirla; hanno il vantaggio, comunque, di essere molto veloci e quindi idonei per cifrare grandi moli di dati.

Algoritmi a chiave pubblica

Gli algoritmi a chiave pubblica usano due chiavi complementari, dette chiave pubblica e chiave privata, create in modo che la chiave privata non può assolutamente essere ricavata dalla quella pubblica.

Il paradigma di comunicazione è il seguente: i due interlocutori A e B hanno entrambi una coppia di chiavi. A richiede a B la sua chiave pubblica con la quale cifra il messaggio e spedisce il risultante messaggio cifrato a B. Il messaggio cifrato con una chiave pubblica può essere decifrato solo con la corrispondente chiave privata. Pertanto B, mediante la sua chiave privata, può decifrare il messaggio e leggerlo in tutta sicurezza. Con questo metodo solo la chiave privata deve essere tenuta segreta mentre la chiave pubblica può essere distribuita a chiunque voglia spedire un messaggio al possessore della chiave. Qualora finisse nelle mani di un pirata, egli non potrà fare altro che cifrare messaggi senza poterli poi decifrare (fig.2)

Fig.2: Algoritmi a chiave pubblica
Collegamento d'articolo
Parte 1 | Parte 2 | Parte 3 | Parte 4

Parte 3


Copyright © 1999 Massimo Auletta, tutti i diritti sono riservati. Questo Articolo di BETA, insieme alla Rivista, è distribuito secondo i termini e le condizioni della Licenza Pubblica Beta, come specificato nel file LPB.

BETAe-mail info@beta.it
Barra Sito Beta.it
Frontespizio Abbonamenti a BETA Redazione Liste/Forum Informazioni Mirror ufficiali Beta Home Page Beta Home Page english Beta News BETA Rivista Articoli BETA Beta Edit, pubblicazioni Beta Logo, premi Beta Lpb, Licenza Pubblica e Articoli Lpb Beta Navigatore Beta Online Beta Library Beta Info Gruppo Beta BETA La rivista ipertestuale tecnica Collegamento al sito Web