BETA La rivista ipertestuale tecnica
Recensioni
BETA La rivista ipertestuale tecnicaBarra BETA
Barra Sito Beta.it

BETA 2299.5 - Maggio/Giugno 1999: XML for Dummies Espresso -  Indici | Guida || Recensioni (est.)

Clicca qui!

XML for Dummies Espresso
Autore: M. Aviram
Codice: 504
Pagine: 224
Formato: 13,5 x 21 cm
Prezzo: 19.000
ISBN: 88-7303-504-3
Data di uscita: Aprile 1999

http://www.apogeonline.com

Recensione a cura di: Fabrizio Pucci

Copertina del libro   

L'XML (Extensible Markup Language) è un linguaggio pensato principalmente per l'utilizzo su web: dovrebbe in un primo momento affiancarsi all'HTML e in un secondo tempo, almeno nelle intenzioni, sostituirlo completamente.
Le specifiche della versione 1.0 di questo linguaggio sono state pubblicate dal consorzio W3C, nella loro versione definitiva, a Dicembre 1997. Navigando in rete però, è difficile imbattersi in siti che fanno uso di XML, principalmente perchè le versioni 4.x del browser Netscape Navigator non supportano ancora tale linguaggio e quindi scegliere attualmente di sviluppare codice in XML vuol dire tagliare una bella fetta di potenziali utenti. Entro breve però uscirà la versione 5 di Navigator che supporterà in pieno le potenzialità offerte da XML.
Gli utenti di Microsoft Explorer invece possono già utilizzare questa nuova tecnologia, che implementata  parzialmente  su Explorer 4, grazie a Explorer 5 trova un supporto completo.
Il libro su XML proposto da Apogeo è inserito nella collana "For dummies" orientata non solo al classico informatico, ma anche ad un lettore non particolarmente tecnico ed esperto e questo lo si vede sia dalla trattazione (in cui non viene dato nulla per scontato), sia dalla grafica meno seriosa del solito con ampio uso di icone per sottolineare maggiormente alcuni passi. A sua volta però, la collana "For dummies" si divide in due serie: quella presa in esame è la versione "Espresso", che rispetto a quella normale ha un numero minore di pagine. Il tipo di trattazione più riassunta e meno discorsiva, porta a un lavoro più denso di contenuto che non perdona eventuali distrazioni nella lettura, ma come controparte offre una maggiore rapidità di consultazione.
Nel primo capitolo viene introdotto l'XML, la sua derivazione da SGML (Standard Generalized Markup Language) e il confronto con l'HTML. SGML è una specifica che permette di creare linguaggi di markup, è molto potente ma anche molto complicato e proprio per questo motivo è stato deciso di creare l'XML, un sottoinsieme di SGML che prende tutte le parti più interessanti di quest'ultimo, tralasciando invece quelle meno indispensabili.
A questo punto vi potrete chiedere, "ma perchè dovrei abbandonare HTML in favore di XML?" I motivi sono molti e vedremo di individuare i più importanti. Con HTML i tag sono fissati dal linguaggio stesso, mentre con XML potete crearli in base al tipo di documento che state facendo. Ad esempio se volete realizzare una pagina che riguarda la musica, potete creare dei tag <NomeAutore>, <TitoloDisco>, ecc. che suddivideranno logicamente il vostro documento. A questi tag poi potrete associare degli attributi peronalizzati (colore, stile, ecc.). Gli stessi tag inoltre potranno essere utilizzati profiquamente dai motori di ricerca per memorizzare le vostre pagine più accuratamente, in modo tale che i risultati delle ricerche siano più coerenti con il contenuto del sito.
Un'altra caratteristica interessante di XML, è che la sua struttura è molto orientata ai database.
XML inoltre richiede maggiore precisione nella scrittura del codice e a differenza dell'interprete HTML presente nel browser, esageratamente flessibile a errori e sviste, quello di XML si fermerà ad ogni vostra dimenticanza, segnalandovi gli errori . Questo se da un lato richiede maggior impegno per la scrittura del codice, dall'altro vi mette al riparo da sorprese e effetti collaterali indesiderati.
Il capitolo dedicato alle specifiche XML è uno di quelli che può dare maggiori problemi per una persona poco esperta di Informatica, perchè contiene alcuni concetti astratti come la struttura logica e fisica di un documento XML, le entità, la notazione delle regole, ecc.
Il testo procede spiegando la differenza tra documento ben formato e documento valido: il primo segue solo le regole delle specifiche XML, mentre il secondo ha anche una  DTD (Dedinizione del Tipo di Documento) e segue anche le regole di quest'ultima.
Successivamente vengono introdotte la sezione CDATA (in cui gli eventuali markup presenti all'interno non vengono interpretati), la dichiarazione di un documento standalone, l'interpretazione di XML degli spazi, la descrizione della struttura logica e fisica di un documento, fino ad arrivare ad alcuni consigli su come convertire un documento HTML in XML.
Nell'appendice vengono elencate alcune delle numerose tecnologie che ruotano intorno a XML, come i fogli di stile, XSL (eXtensible Style Language - Linguaggio di stile estensibile), RDF (Resource Description Framework - Struttura di descrizione di risorse), SMIL (Sinchronized Multimedia Interface Definition Language - Linguaggio per la definizione di una interfaccia multimediale sincronizzata), il modo per interfacciarsi con altri linguaggi (Script, Java, Perl), ecc.
Molte di queste tecnologie al momento della stesura del libro erano ancora in fase di sviluppo, ma tra queste ce ne sono alcune indispensabili per realizzare un lavoro in XML.
Proprio per questo motivo il libro non potrà fornirvi la necessaria conoscenza per produrre progetti completi con la tecnologia XML, ma vi darà quella infarinatura di base sulla quale poi approfondire le vostre conoscenze nella direzione più utile per il vostro lavoro.


________________

Fabrizio Pucci è collaboratore di BETA2 dal 1999, ed è raggiungibile su Internet tramite la redazione.


Beta.it (http://www.beta.it)email info@beta.it
Barra Sito Beta.it

indice sito | mappa | contattaci | newsletter | pubbl./ad info | abbonamento | informazioni | shopping

Copyright © 1994-1999 BETA, tutti i diritti sono riservati - http://www.beta.it

Sommario Internet Id Redazione Liste/Forum Informazioni Indice del Numero Mirror ufficiali Beta Home Page Beta Home Page english Beta News BETA Rivista Articoli BETA Beta Edit, pubblicazioni Beta Logo, premi Beta Lpb, Licenza Pubblica e Articoli Lpb Beta Navigatore Beta Online Beta Library Beta Info Gruppo Beta BETA La rivista ipertestuale tecnica Collegamento al sito Web