BETA
BETACopertinaSommarioInternet IDInformazioniBrowserGuida
BETA

Sommario
Internet ID
Indici di BETA
Redazione
Mailing list
Installazione
Mirror ufficiali
Licenza Pubbl. Beta
Cerca
Stampa





BETA sul Web
Beta.it
Menu Settori e sezioni

Installiamo un server Telnet su NT 4.0 (Workstation e Server)

Continuiamo nella descrizione dei tool compresi nel Resource Kit di Windows NT 4.0 o disponibili su Internet cercando di installare un server Telnet per Windows NT 4.0 (seconda puntata).

di Ermanno Baccarini
Articolista, BETA

Purtroppo la versione del server Telnet compresa nel Resource Kit di Windows 4.0 supp. 2 contiene solo una beta e dopo l'installazione abbiamo verificato che non è neanche molto stabile. In particolare (non sappiamo se sulla nostra macchina) l'installazione è completata correttamente ed il servizio Server Telnet parte perfettamente, ma dopo una connessione con un client il servizio va in trap. A questo punto però non dobbiamo perderci d'animo e non dobbiamo rinunciare ad un servizio così importante per la gestione remota della macchina, almeno sulla command line. Ci sono molti prodotti di terze parti. Alcuni hanno lo stesso problema della beta del Resource Kit di Windows 4.0 mentre altri funzionano perfettamente, ma possiamo avere un'alternativa direttamente da Microsoft. In questo momento è disponibile un add-on (in beta 3) presso il sito Microsoft "Windows NT Services to Unix" che contiene un ottimo server Telnet e altri tool molto interessanti per chi deve far convivere sulla propria rete macchine Unix e NT.

Windows NT Services to Unix
Figura 1 - Windows NT Services to Unix : Finestra iniziale del Setup

Sfrutteremo l'occasione offertaci per descrivere l'installazione dell'add-on e per dare qualche consiglio sulla configurazione. Vedrete che con poco tempo investito riuscirete ad ottenere risultati a dir poco impensabili fino a poco tempo fa, o almeno possibili solo ai fortunati possessori di tool specifici prodotti da terze parti. Considerando poi che tutto questo non costa nulla la cosa si fa ulteriormente interessante.
L'installazione dell'add-on è nello stile solito (Figura 1) di tutti i prodotti Microsoft dell'ultimo periodo. Semplice, rapida e con poche domande alle quali rispondere. L'unico settaggio da inserire a mano è una serie di codici numerici del Product ID (Figura 2).

Windows NT Services to Unix
Figura 2 - Windows NT Services to Unix : Finestra ID code del Setup

Finita l'installazione, il computer deve fare un restart per rendere attivi i servizi installati e le utility di configurazione (Figura 3).

Windows NT Services to Unix
Figura 3 - Windows NT Services to Unix : Finestra "Installation Complete" del Setup

Dopo la nuova login viene chiesto solo di fare la configurazione del servizio di accesso NFS nel quale indicare le modalità di connessione ai server Unix (FIGURA 4).
Il resto dei servizi attivati non necessita di configurazione. Anche Il Server Telnet parte senza problemi e non necessita alcuna modifica per funzionare perfettamente.

DiskAccess
Figura 4 - DiskAccess : Finestra di configurazione

Per quanto riguarda DiskAccess invece bisogna configurare da quali host NFS fare il mounting dei filesystem. Questa configurazione inizia con l'inserimento della username e la password di accesso, poi passa alla tab control "Configured NFS LANs" dove vengono inseriti o singoli host o interi broadcast. Per inserire uno o più host singolarmente, dopo avere premuto il bottone "Add" , scegliere dalla finestra "Add server to Favorite Lan" (Figura 5).

DiskAccess
Figura 5 - DiskAccess : Add LAN

Questa operazione apre una nuova finestra dove dovrete inserire l'host server dal quale fare il mount del filesystem. Chiaramente di questi host ce ne potranno essere molti (Figura 6), almeno quanti ne necessitano, non ricordo con precisione la quantità, ma in termini di uso e logica del setup se questi dovessero essere più di 30 converrebbe sicuramente passare alla configurazione per broadcast.

DiskAccess
Figura 6 - DiskAccess : NFS hosts

La configurazione del broadcast permette di avere a disposizione tutti i server NFS di una subnet. Se utilizziamo un blocco di indirizzi di classe C 192.168.24.0 - 192.168.24.255 è sufficiente (Figura 7) inserire l'indirizzo iniziale in "LAN Address" la maschera di sottorete "255.255.255.0", automaticamente verrà settato il "Broadcast Address", mentre il resto dei valori possono rimanere quelli standard.

DiskAccess
Figura 7 - DiskAccess : Broadcasting

Una volta finita la configurazione sarà sufficiente premere "Ok" e alla richiesta della finestra "NFS Login failed" (Figura 8) se si vuole riconfigurare DiskAccess scegliere "No". Questo dovrebbe far comparire una finestra che richiede di rifare il reboot del computer. Se si vogliono attivare subito le modifiche dovremmo scegliere "Yes". C'è da puntualizzare che spesso dopo la nuova login la richiesta (Figura 8) viene riproposta se qualche parametro non permette il collegamento NFS configurato.

DiskAccess
Figura 8 - DiskAccess : NFS Login Failed

Comunque per il momento tralasciamo la configurazione del client NFS DiskAccess e concludiamo il discorso su Telnet.
Il client Telnet conserva l'interfaccia command line della finestra del prompt. Presenta ancora qualche problema nella visualizzazione quando con il "vi" si tenta di scorrere un testo ed inoltre la velocità di risposta nel movimento del cursore è piuttosto lenta. Ma trattandosi ancora di una beta è comprensibile qualche piccolo malfunzionamento.

Ci altri tool a disposizione, ma per il momento vorremmo tralasciarli a quando testeremo con più attenzione il prodotto. L'unico che per l'occasione mi sembra di dover evidenziare è la Shell Unix. Questa shell (sh) parte nella directory di installazione del pacchetto, nella sottodirectory "/shell" e la utilizza come home directory dell'utente, ma non è detto che da lì non si possa risalire alla directory principale (C: nel nostro caso). I comandi supportati sono solo un numero ristretto, manco mount per esempio, ma sono perfettamente supportati gli script sh, ksh e le variabili d'ambiente tipiche dello Unix (Figura 9).

Shell Unix
Figura 9 - Shell Unix : Command line

In conclusione

Possiamo dire che volendo attivare un server Telnet su Windows NT 4.0 le alternative non sono molte e la tendenza a trovare servizi (daemon) "semplici" su questa piattaforma sta via via diminuendo. Fino a qualche tempo fa nelle pagine dei tool freeware e shareware per Windows NT si potevano trovare almeno tre o quattro alternative, che però non sono più disponibili (almeno attraverso il sito di Microsoft). Di questi Telnet Server realizzati da "altri" ne avevo provati almeno un paio, ma non sono rimasto però particolarmente soddisfatto sia delle performance e del funzionamento. L'unico server Telnet che ha risposto velocemente e senza il minimo problema è stato quello che è attualmente disponibile con "Windows NT Services to Unix", il client non completamente, ma di client telnet se ne trovano in quantità. L'unico vero neo nella prova dei nuovi servizi per Unix sarà il fatto che Microsoft non li metterò a disposizione gratuitamente e avranno un prezzo di circa 150 dollari. Anche se questo non è stata una vera prova dei "Windows NT Services to Unix", non era nelle nostre intenzioni, abbiamo volutamente tralasciato DiskAccess e DiskShare presi da Intergraph e inclusi senza modifiche, possiamo dire di aver illustrato per grandi linee il nuovo pacchetto che Microsoft intende utilizzare per facilitare la migrazione dai sistemi Unix a NT.


Ermanno Baccarini è Microsoft Certified Professional, specializzazione Networking, e articolista di BETA dal 1996 - È raggiungibile su Internet tramite la redazione oppure all'indirizzo ermannob@yahoo.com.

Copyright © 1998 Ermanno Baccarini, tutti i diritti sono riservati. Questo Articolo di BETA, insieme alla Rivista, è distribuibile secondo i termini e le condizioni della Licenza Pubblica Beta, come specificato nel file LPB.


BETA Rivista | Copertina | Sommario | InternetID | Informazioni | Browser
BETA Sul Web: http://www.beta.it

Copertina Sommario Internet ID Informazioni Browser
Home Page BETA Rivista Indice Articoli Beta Editore, articoli e pubblicazioni Beta2, contributi esterni BETA Logo, siti premiati Premio BETA Logo Licenza Article/Document Definition Format Promozione Pubblicita' Mirroring Mirror Ufficiali BETA Navigatore NavSearch Novità BETA Stampa/Press Releases BETA Settori online Eventi Public books (libreria) Settori riservati Redazione