[ Pagina Principale || Redazione || Informazioni || Vai a... ]

Remote Access Monitor: l'eleganza di NT

Da "Accesso a Internet con Windows NT"

Di default è abilitato, il Remote Access Monitor, e parte insieme al RAS: eppure da una breve ricerca condotta tra amici e colleghi che usano NT è risultato che quasi tutti lo disabilitano perchè lo ritengono inutile. La colpa è della cattiva pubblicità che fa di se il "nostro": nessun accenno per esempio alla cosa più carina (che vi dirò fra poco), un solo menu con poche voci apparentemente non necessarie per una connessione SLIP/PPP. Invece...

Rasmon.exe (questo il nome dell'eseguibile) si presenta così:

Il suo compito è fornire informazioni sullo stato della connessione, un monitor appunto. Da sinistra verso destra abbiamo Dati in uscita, Dati in ingresso, Errori e Portante.
A questo punto penso (e spero) che abbiate già eseguito una connessione di tipo SLIP/PPP con il vostro provider (magari per testare il tutto), e che quindi RAS sia già stato eseguito almeno una volta. Facciamo click sull'icona del Remote Access Monitor, allora, e vediamo cosa può offrirci. Innanzitutto dal menu "Impostazioni" abilitiamo il "Sempre in primo piano". Poi andiamo su "Suoni" e abilitiamo tutte le voci (personalmente tengo deselezionata solo quella della "Trasmissione"). Già così acquista una sua utilità maggiore, in quanto, magari selezionando anche "Senza Titolo", durante la connessione ci informa anche sonoramente dello stato delle cose, errori, quando arrivano dati, ecc.
Ma questo è il meno..

Facciamo un passo indietro. Dal RAS, una volta che si è collegati in rete, si possono avere molte utili informazioni facendo click sul bottone "Stato" per la voce attiva. Se in questo momento siete collegati potete provare subito, basta che attiviate il RAS e vedrete quanti dati la finestra di Stato può fornirvi. Utili, no? Per esempio ci fornisce un'informazione essenziale in collegamenti di tipo PPP: l'IP assegnatoci dal server (per inciso il Dialer di Windows 95 neanche ne fa cenno). E anche un'altra essenziale per TUTTI i collegamenti: il tempo di connessione!
Tuttavia una volta abbandonato il RAS e tornati sul nostro Browser, magari mentre stiamo facendo telnet e un ftp è in corso in due o tre finestre, non è molto immediato nè comodo andarci. Beh, ma c'è il nostro RAS Monitor! Passate il mouse sopra le sue caselline colorate (o grigie se siete scollegati) e noterete come questo si trasformi in una manina (che indica un puntatore): fate click su ognuna di esse, e vedrete le stesse informazioni che poco fa stavano nella finestra "Stato", divise per ..casellina, in una piccola box. L'ultima è la migliore, o ..peggiore, a seconda dei punti di vista ;-). Nelle quattro figure che seguono è mostrato il layout di queste informazioni.


Remote Access Monitor e le sue informazioni di Stato.

Non è finita. Se riducete il programma a icona vedrete sempre le quattro caselline nello stesso ordine, ovviamente in dimensioni minimizzate:

Per finire, vi dirò che da quando ho scoperto queste cose il Remote Access Monitor ora lo tengo sempre...acceso! :-) Buone N(T)avigazioni!


[ Pagina Principale || Redazione || Informazioni || Vai a... ]
BETA - la rivista ipertestuale tecnica, copyright © 1994-95 Luciano Giustini e Fernando Carello. Tutti i diritti riservati.
Numero di accessi a questa pagina dal 29/08/95: (installazione in rete)