BETA Press News

NATIONAL SEMICONDUCTOR SIGLA UN ACCORDO PER LA CESSIONE DELLE ATTIVITA' DI FAIRCHILD SEMICONDUCTOR

Milano, 27 gennaio '97 - National Semiconductor Corporation ha siglato un accordo per la cessione delle attività di Fairchild Semiconductor, che comprendono una vasta gamma di logiche, discreti e memorie non volatili destinati a un mercato di alti volumi.
L'accordo richiede da parte dei responsabili di Fairchild Semiconductor e della società di investimento Sterling LLC, Citicorp Venture Capital, Ltd. la ricapitalizzazione di Fairchild Semiconductor per 550 milioni di dollari. National Semiconductor Corporation manterrà in Fairchild un interesse minoritario. In base all'accordo, National e Fairchild continueranno una co llaborazione commerciale per un periodo di transizione. La conclusione dell'accordo avverrà entro la fine dell'anno fiscale di National Semiconductor, che avrà termine il 25 maggio 1997. Dopo la determinazione finale dei costi della cessione, National prevede di registrare un guadagno dalla vendita di Fairchild.
Brian L. Halla, presidente e CEO di National Semiconductor, ha affermato: "La cessione di Fairchild consente a entrambe le società, che operano con strategie e modelli diversi, di focalizzarsi sulle rispettive attività primarie e, quindi, di ottimizzarle. National potrà concentrarsi maggiormente sui sistemi altamente integrati basati su soluzioni analogiche e a segnale misto e adatti alle autostrade informatiche, alle comunicazioni, al settore consumer e dei sistemi personali".
Kirk P. Pond, presidente e CEO di Fairchild Semiconductor, ha affermato: "Il passaggio a società indipendente evidenzia ulteriormente le qualità di Fairchild. Quale fornitore leader di prodotti multimarket, la nostra società è impegnata nella produzione e distribuzione della migliore tecnologia di logiche, discreti di potenza e di segnale e memorie non volatili attualmente disponibile. Ora possiamo anche puntare a un'ulteriore crescita delle attività di Fairchild".
In seguito alla cessione di Fairchild, National disporrà di 12.300 dipendenti e Fairchild ne conterà 6.400. National manterrà il controllo degli impianti di produzione di wafer a Santa Clara, in California, ad Arlington, in Texas e a Greenock, in Scozia e dei nuovi impianti di wafer a 8 pollici e 0,35 micron a South Portland, nel Maine. National controllerà, inoltre, gli stabilimenti di testing e assemblaggio a Singapore e Malacca, in Malesia.
Fairchild Semiconductor avrà sede a South Portland, nel Maine, con i Gruppi Memorie e Discreti situati a Santa Clara, in California. Fairchild controllerà gli stabilimenti per la produzione di wafer a 4, 5 e 6 pollici a South Portland e quelli di wafer a 6 pollici a West Jordan, nello Utah. Fairchild avrà inoltre il controllo degli impianti per il testing e l'assemblaggio a Penang, in Malesia e a Cebu, nelle Filippine. National e Fairchild hanno inoltre siglato un accordo relativo agli impianti per la diffusione e l'assemblaggio dei dispositivi in base al quale entrambe le società si impegnano nella fornitura reciproca per il supporto della propria base congiunta di clienti.

Durante l'anno fiscale 1996, che ha avuto termine il 26 maggio scorso, il fatturato consolidato di National e Fairchild è stato di 2,6 miliardi di dollari, con circa 2 miliardi derivanti dall'attività di National e 0,6 miliardi dalle linee di prodotti di Fairchild.

National Semiconductor Corporation produce componenti analogici e a segnale misto per i mercati delle autostrade informatiche, delle comunicazioni, consumer e industriali. National Semiconductor ha sede a Santa Clara in California e impiega 19.000 persone in tutto il mondo. Nell'anno fiscale 1996, la società ha riportato un fatturato di 2,6 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni:
http://www.national.com
http://www.nsc.com


PressNews Index


Principale Sommario Internet ID Informazioni Redazione

Copyright © BETA. Tutti i diritti riservati.